Eventi a Vigevano:

Dal 12-11-2022 al 04-12-2022
ENIGMI VISIVI
Dal 25-11-2022 al 27-11-2022
NON SEI SOLA 2.0
Dal 04-12-2022 al 04-12-2022
Presentazione del libro: LUDOVICO IL MORO - Il Duca di Vigevano
Dal 04-12-2022 al 04-12-2022
INTO THE WINDS LA DANZA PERFETTA
Dal 10-12-2022 al 18-12-2022
SIMONETTA CHIERICI: Piante e insetti della macchia e delle garighe mediterranee

Vedi tutti

Grazie a

Cerca nel sito

Cerca telefono

cognome o nome azienda

Videonews


27/09/2022 16:49
Non passa la mozione presentata da Rifondazione Comunista al consiglio comunale di Mortara per tentare di fermare l’ampliamento della discarica di Albonese. L’azienda proprietaria ha in corso l’iter autorizzativo per innalzare la cosiddetta “collina dei rifiuti” per ulteriori 420.000 metri cubi. Albonese avrebbe già esaurito il limite massimo di rifiuti che si possono avere depositati in rapporto alle dimensioni del territorio comunale, il cosiddetto “indice di pressione”. È una specie di “bonus” che comuni confinanti possono vendere e acquistare. Negli scorsi anni, Mortara aveva ceduto una parte del proprio indice di pressione ad Albonese, per permettere l’ampliamento della discarica. L’accordo tra i due comuni prevedeva un pagamento di 260.000 euro, di cui 50.000 euro già versati come anticipo. Rifondazione chiedeva alla nuova amministrazione mortarese di annullare l’accordo e restituire i soldi, in modo da bloccare l’ampliamento della discarica.
La maggioranza ha bocciato la proposta, perché stracciare l’accordo con Albonese avrebbe potuto comportare conseguenze legali difficilmente prevedibili. Rifondazione Comunista chiede all’amministrazione di avere più coraggio, e annuncia che continuerà la propria battaglia contro l’ampliamento della discarica.