Eventi a Vigevano:

Cerca nel sito

Cerca telefono

cognome o nome azienda

Videonews


29/09/2022 17:24
Non sanno più a che santo votarsi i proprietari delle casotte al ramo delle Streghe, località vigevanese in riva al Ticino. Qui i furti ci sono sempre stati, ma nelle ultime settimane la situazione è degenerata: avvengono quasi ogni notte. Rubano di tutto: legna, vecchi televisori, vino, ma anche stufe e persino le antenne televisive.
Ci mostrano una stufa buttata a terra: i ladri avevano cercato di portarla via, ma non ci sono riusciti. Tutti i proprietari hanno la loro collezione di lucchetti rotti. C’è chi si è rassegnato e lascia aperta la porta, o addirittura ha fatto predisporre un buco nell’inferriata per permettere ai ladri di entrare senza far danni. Costa meno della chiamata del fabbro per rimettere a posto tutto ogni volta, ci spiegano.
Sembrerebbe che gli autori dei colpi siano sempre gli stessi. Qui ormai la gente ha paura a stare nelle proprie casotte, e a metà pomeriggio se ne va. Spesso si vedono girare persone sospette.
Il paradosso è che una soluzione ci sarebbe: anni fa, al tramonto, veniva chiusa la sbarra della strada di accesso. Sembra banale, ma la sbarra è talmente pesante e con una serratura così complessa che i ladri non l’avevano mai abbattuta. Adesso, per decisione del Parco del Ticino, viene lasciata aperta e i malintenzionati possono passare indisturbati con i furgoni e caricare quello che vogliono. I proprietari delle casotte chiedono l’aiuto delle istituzioni, e soprattutto che venga ripristinata la sbarra.