Eventi a Vigevano:

Dal 12-11-2022 al 04-12-2022
ENIGMI VISIVI
Dal 25-11-2022 al 27-11-2022
NON SEI SOLA 2.0
Dal 04-12-2022 al 04-12-2022
Presentazione del libro: LUDOVICO IL MORO - Il Duca di Vigevano
Dal 04-12-2022 al 04-12-2022
INTO THE WINDS LA DANZA PERFETTA
Dal 10-12-2022 al 18-12-2022
SIMONETTA CHIERICI: Piante e insetti della macchia e delle garighe mediterranee

Vedi tutti

Grazie a

Cerca nel sito

Cerca telefono

cognome o nome azienda

Videonews


29/09/2022 14:05
Se dopo la sconfitta elettorale il centrosinistra riflette su errori e strategie future, il centrodestra -anche a livello locale- deve fare i conti con il cambio dei rapporti di forza tra alleati. Fratelli d’Italia in provincia di Pavia ha raccolto oltre il 30% dei voti, una percentuale altissima se paragonata alle elezioni politiche del 2018, quando si era fermato al 4%.

Nel capoluogo il partito di Giorgia Meloni ha preso oltre il 21% delle preferenze ed è rappresentato in Comune dall'assessore ai servizi sociali Anna Zucconi, dal presidente del consiglio comunale Nicola Niutta e dalla consigliera Paola Chiesa, tra l'altro eletta in Parlamento proprio grazie all'exploit del 25 settembre scorso. In città la parola "rimpasto" si pronuncia ancora a bassa voce, ma è evidente che gli attuali equilibri di giunta siano cambiati: Lega e Forza Italia, del resto, hanno raccolto a Pavia tra l'8% e il 10% dei voti, praticamente meno della metà degli alleati.

E se è vero che le politiche e le comunali sono comunque elezioni diverse, non è escluso che Fratelli d'Italia possa far "pesare" questo cambio nel consenso da parte della cittadinanza anche a palazzo Mezzabarba. I pavesi, intanto, aspettano di capire come si muoverà il nuovo governo e se il risultato del 25 settembre avrà degli effetti anche in città.