Strumento di Autoanalisi

  • Categoria: Progetti Aperti
  • Pubblicato: Giovedì, 15 Luglio 2021 14:35
  • 15 Lug

Con il progetto “Strumento di Autoanalisi”, Vigevano Web srl, CRTT accreditato QuESTIO, ha implementato uno strumento digitale, messo a disposizione gratuitamente a tutte le imprese per incoraggiare le buone prassi, in termini di trasparenza e correttezza nella cura della propria identità digitale. Lo Strumento così sviluppato, che assume la forma di un corso di e-learning, agevola le imprese nell’ottemperare agli adempimenti digitali richiesti dalla P.A., non solo per la regolarità documentale necessaria ad un’impresa che intenda mantenersi “aggiornata” all’interno del sistema, ma anche in virtù della necessità di disporre di un apparato informativo di base, condicio-sine-qua-non per poter accedere alle misure di finanziamento e di agevolazione messe a disposizione da Enti pubblici e privati, le cui procedure sono ormai completamente digitalizzate.

Tale esigenza è diventata di drammatica attualità nel contesto dell’emergenza COVID – 19, che ha evidenziato la difficoltà delle imprese nel poter prontamente interloquire digitalmente con la P.A., con le Istituzioni bancarie e altri Enti.

Molto spesso, infatti, un’impresa non ha ordinariamente la necessità di verificare la correttezza, la consistenza e l’aggiornamento della propria identità digitale (funzionamento della firma digitale e della PEC, aggiornamento della visura camerale, della dichiarazione antimafia, della dichiarazione de minimis, etc.), la quale, tuttavia, risulta determinante nel contesto di una corretta interlocuzione istituzionale soprattutto in regime di urgenza, quale quello verificatosi nel corso del 2020.

Lo Strumento di Autoanalisi propone quindi, attraverso un percorso di autoapprendimento, una risposta al bisogno delle imprese di “farsi trovare pronte” nell’interlocuzione digitale con i soggetti istituzionali preposti alle procedure di sostegno alla economia che vengono e verranno messe in atto in questa fase di ripresa post COVID – 19: in particolare è stato costruito un sistema di autoanalisi che consente di costruire/ricostruire il profilo documentale completo ed esauriente attraverso moduli che prendono in esame le seguenti istanze:

- Assetto formale dell’impresa (codici attività, verifica della visura camerale, funzionalità e poteri di firma digitale, PEC); 

- Documentazione sullo stato dell’impresa (de minimis, antimafia, antiriciclaggio, DURC);

- Self assessment digitale (secondo le specifiche del Punto Impresa Digitale – Unioncamere);

- Rating di legalità.

Il presente intervento si è posto quindi i seguenti obiettivi:

- Elevare la digital compliance delle imprese;

- Migliorare l’efficienza nelle componenti di adempimento delle attività progettuali prese in carico da Vigevano Web;

- Rafforzamento del proprio ruolo di corpo intermedio tra le imprese e le Istituzioni.  

Con lo strumento di autoanalisi che si è così sviluppato, Vigevano Web srl si dota di una soluzione che, oltre a svolgere un ruolo di servizio di carattere “missionario” circa la digitalizzazione presso tutte le imprese, risulta in grado di migliorare il proprio trough – put generale circa l’attività di progettazione in favore delle imprese, clienti e non. Tale miglioramento risulta dal fatto che lo Strumento di Autoanalisi consente di alleggerire le risorse umane in capo a Vigevano Web srl dalle componenti di adempimento formale, che talvolta, soprattutto nel caso di nuove imprese clienti, diventano preponderanti rispetto alle componenti di contenuto vero e proprio nelle attività di progettazione.

Con il presente strumento si introduce l’innovazione digitale nell’ambito del processo aziendale di supporto alle imprese clienti. In particolare la procedura di istruzione e di affiancamento alle imprese è stata fino ad ora svolta secondo modalità per lo più estemporanee e in parte ancora sulla base di supporto cartaceo: la presente soluzione eleva il livello di digitalizzazione di tale procedura, rendendola completamente informatizzata e sistematizzata. 

Lo Strumento è stato quindi promosso presso le Associazioni di Categoria e, fatte salve le adesioni informali, è stato adottato in maniera strutturata da:

- Associazione Comufficio (Categoriale nazionale di Confcommercio prodotti e servizi ICT)

- Confartigianato ICT Lombardia

- ATG Group (Consulenza Innovazione)